Chirurgia del seno
Mastoplastica additiva
Aumento del seno con lipofilling
Mastoplastica sospensiva
Mastoplastica additiva e sospensiva
Mastoplastica riduttiva
Asimmetria mammaria
Sostituzione protesi mammarie
Ginecomastia
Galleria fotografica
Cliccare sulle immagini per ingrandirle.
 
Mastoplastica riduttiva
riduzione del seno
 
Galleria fotografica
Clicca sulle immagini per ingrandirle.
L’intervento

Le donne con un notevole volume mammario spesso accusano disturbi della colonna vertebrale ed irritazioni cutanee. La mastoplastica riduttiva è la tecnica che si utilizza per ridurre e rimodellare mammelle di grosse dimensioni. Questo intervento determina la comparsa di due cicatrici cutanee; una attorno all’areola ed una verticale dall’areola sino al solco inframammario. In alcuni casi, può essere necessaria un’ulteriore incisione lungo il solco inframammario.
L’intervento generalmente è eseguito in anestesia generale.
Il post-operatorio
Consigliamo di riservarsi un periodo di riposo di circa una settimana, nel quale evitare ampi movimenti e sforzi con le braccia. Conviene coprire le cicatrici con cerotti di carta per almeno due mesi, allo scopo di mantenerle sottili e piane e quindi meno visibili. Bisogna però sapere che la qualità ottimale delle cicatrici si raggiunge solo con la loro maturazione, quindi almeno uno-due anni dopo l’intervento. Dopo l’intervento è normale che la sensibilità dell’areola e del capezzolo diminuisca, ma nella maggior parte dei casi essa torna normale dopo alcuni mesi. La funzione dell’allattamento invece generalmente non è conservata (dipende dal tipo di intervento). Si rammenti inoltre che il risultato estetico dell’intervento potrebbe essere compromesso (almeno parzialmente) da una successiva gravidanza.
Le possibili complicazioni
Anche la mastoplastica riduttiva è soggetta alle complicazioni più comuni in chirurgia (ematoma, infezione, difetti di guarigione) ed alcuni più specifici come ad esempio la perdita parziale o totale dell’areola o del capezzolo e/o di altre aree del seno in seguito a necrosi. Per lo più la qualità delle cicatrici è ottima anche se talvolta a causa di una particolare reattività individuale, possono aumentare di consistenza e di spessore (cicatrici ipertrofiche o cheloidee) e/o allargarsi. Nella rara eventualità in cui esitassero cicatrici di qualità scadente o piccole asimmetrie mammarie (normalmente in seguito a grosse riduzioni) potrebbe richiedersi necessario un breve intervento di revisione.
Chirurgia del volto
Lifting cervico facciale
Lifting medio facciale mini-invasivo
Blefaroplastica
Lifting temporale
Rinosettoplastica - Rinoplastica
Otoplastica
Mentoplastica
Lipofilling del volto
Correzione delle deformità delle labbra
Interventi al volto durante il Congresso Internazionale: Facial Ageing Contour Enhancement
 
Chirurgia del seno
Mastoplastica additiva
Aumento del seno con lipofilling
Mastoplastica sospensiva
Mastoplastica additiva e sospensiva
Mastoplastica riduttiva
Asimmetria mammaria
Sostituzione protesi mammarie
Ginecomastia
 
Chirurgia del corpo
Liposuzione - Liposcultura
Addominoplastica
Lifting delle braccia
Lifting delle cosce interne
Aumento dei glutei
Chirurgia estetica dei genitali femminili
 
Medicina estetica
Fillers
Tossina botulinica (botulino)
Peeling chimico
Bio-Stimolazione e Bio-Rivitalizzazione
Trattamento dell'iperidrosi ascellare
Laser
Dott. Antonio Cella / P.IVA 03849830108 cella@villabella.it
NOTE LEGALI   PRIVACY